Senigallia, la Rivista Sestante e le sue attività

Le iniziative del nuovo Circolo di Iniziativa Culturale

SENIGALLIA. I giorni scorsi il Circolo di Iniziativa Culturale Rivista "Sestante" Palazzo Mastai – Senigallia si è incontrato per definire il suo ruolo di agenzia associativa di natura culturale, dopo trent'anni dalla sua fondazione. E' stata costituita prima una Associazione culturale (omonima) senza scopo di lucro. Sono stati nominati il Consiglio Direttivo, il quadro della dirigenza in carica per il triennio 2013/'15 e sono stati definiti i dipartimenti disciplinari nell'ambito dei quali operare.

Il nuovo Statuto ha stabilito che il Circolo di Iniziativa Culturale avrà per oggetto la ricerca socio-storica e letteraria, la conoscenza/promozione del territorio marchigiano e delle sue peculiarità, la valorizzazione delle eccellenze locali che si esprimono nelle diverse forme dell'arte, della cultura, della scuola, del solidarismo, delle professioni e dell'impresa.
Pertanto, svilupperà la propria attività di animazione culturale con la organizzazione di seminari, convegni e pubblicazioni, nei seguenti ambiti: A- I cattolici e il sociale; B- I diritti civili; C- Informazione, Media & Pubblicità; D- Scuola, Educazione alla cittadinanza, Istruzione; E- L'identità marchigiana con le relazioni mediterraneo/europee e le sue risorse umane, artistiche, ambientali e della economia; F- Le forme dell'arte "viste" in siti, mostre ed eventi/spettacolo anche di carattere nazionale."
Il Consiglio Direttivo - composto da Marinella Bonvini Mozzanti, Fabrizio Chiappetti, Sergio Fraboni, Anna Montanari, Giulio Moraca, Franco Porcelli, Vincenzo Prediletto, Luca Rachetta, Antonella Starna- dopo aver definito il quadro dirigenziale (Porcelli, presidente; Fraboni, vice presidente; Montanari, Tesoriere; Starna, segretario; Rachetta, segretario aggiunto), ha stabilito i primi "animatori  e curatori d'area", per cui a Marinella Bonvini Mazzanti e a Fabrizio Chiappetti è stata affidata la copertura dell'ambito storico e della memoria, a Roberto Ferretti quello filmico e cinematografico, a Giulio Moraca e a Vittorio Mencucci quello filosofico e dell'etica civile con i riverberi nella sociologia e in economia, a Luca Rachetta quello letterario con particolare attenzione al protagonismo locale contemporaneo e del passato recente, a Vincenzo Prediletto la ricognizione artistica e sul digitale; infine l'escursionismo e la redazione di "Sestante" faranno riferimento a Sergio Fraboni. A Franco Porcelli toccherà il coordinamento complessivo.
L'Associazione ha in progetto di organizzare un convegno, nell'anno centenario della nascita di Alberto Polverari: prete, direttore/editorialista, militante nella politica e storico.
Il 15 marzo è prevista la escursione alla Mole Vanvitelliana ove sono esposte le opere di "TRUBBIANI. De Rerum Fabula".
E' prevista anche una visita al laboratorio orafo di Graziano Barzetti.

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter