Urbino, Leggere la Poesia / Leggere i poeti III

Iaia Lorenzoni

Urbino

L'Unilit di Urbino è al terzo incontro su poesia e poeti, 17 gennaio 2018, con Iaia Lorenzoni, una urbinate emigrata a Pesaro, che da venti anni pubblica poesie, insegnante elementare. Ha portato nei suoi libri il mondo fantastico urbinate del racconto dei suoi nonni e l'amore per la scuola ed i bambini. Il suo mondo poetico inizia con il personaggio Micio, un gatto-bambino, fantasioso e felice, poi è passata alle fate che entrano nell'immaginario dei bambini, fate diverse ma divertenti, poi la quotidianità pesarese, legata al paesaggio e al mare. L'incontro urbinate si è svolto in margine al suo ultimo libro di poesia, "Da voce a voce" (Nuova Montaccini, Pesaro 2017, p. 118). Interventi di Gastone Mosci, Germana Duca e Alberto Calavalle. Segue il contributo dei relatori e una nota di Claudia Grazioli su letteratura e musica.

 

 

Urbino, Leggere la Poesia / Leggere i poeti II

Maria Grazia Maiorino

Urbino

L'Unilit di Urbino è al secondo incontro su poesia e poeti. Maria Grazia Maiorino presentato il suo ultimo libro, "La pietra salvata" (prefazione di Anna De Simone), il lavoro editoriale 2016. E' il suo settimo impegno editoriale dedicato alla lirica, 25 anni di poesia. Nel luglio 2017 Raimondo Rossi, direttore del quaderno "Prima del vischio" n. 29, ha pubblicato una nota della Maiorino, "L'Angelo di Piero", e un ricordo di Marisa Zoni. Questa attività dell'Unilit si è svolta mercoledì 13 dicembre 2017 presso il Circolo Acli-Centro Universitario con Maria Grazia Maiorino, Gastone Mosci, Germana Duca, Raimondo Rossi, Sergio Pretelli, Alberto Calavalle.

Segue una nota di Gastone Mosci e l'intervista di GD Germana Duca a MGM Maria Grazia Maiorino su "La pietra salvata" (il lavoro editoriale 2016).

 

Il Premio Frontino Montefeltro alla Ed. XXXVI

carlo-rovelli

Il Premio Frontino Montefeltro nel 2017 parte alla grande con l'incontro con il fisico Carlo Rovelli, autore del famoso best seller tascabile "Sette brevi lezioni di fisica" (Adelphi 2015), il 12 luglio nell'Aula Magna del Rettorato dell'Università Carlo Bo di Urbino, per ricevere il Sigillo dell'Università e il Premio del Frontino 2015 – un piatto di ceramica ad personam di Raimondo Rossi - da parte del Rettore Vilberto Stocchi e del Sindaco Andrea Spagna. Al grande premio culturale del Montefeltro i fisici sono di casa: l'alloro al Nobel Carlo Rubbia nel 1987, ad Antonio Vitale di Pesaro nel 2008 e a Carlo Rovelli - originario di Pergola - nel 2015, che lo ritira con una lectio sul suo ultimo libro "L'ordine del tempo" (Adelphi 2017). Nell'incontro delle Giurie del 2 agosto in Rettorato è emersa qualche novità, grazie ad un lavoro collegiale: giuria L'arte di vivere. Presidente Vilberto Stocchi (Rettore), Peter Aufreiter, Tommaso di Carpegna Falconieri, Giorgio Calcagnini, Gastone Mosci e Andrea Spagna, per la cultura marchigiana Fabio Ciceroni, Giorgio Nonni, Gian Italo Bischi e Sergio Pretelli, per le umane diversità Ferruccio Giovanetti, per il Premio Antonio Mariani Andrea Spagna e Claudio Gualandri, per Stili figure e pratiche della cultura Antonio De Simone, Roberto Imperato e Andrea Paolinelli del Rotary Club di Urbino. Seguono due interventi sull'incontro del 12 luglio: Gastone Mosci e Sergio Pretelli.

 

 

Urbino, Leggere la Poesia / Leggere i poeti I

Germana Duca Ruggeri

Urbino

L'Unilit di Urbino (Università Libera Itinerante Collegata all'Università degli Studi di Urbino Carlo Bo) in collaborazione con il Circolo Acli-Centro Universitario e le Conversazioni di Palazzo Petrangolini, tiene un ciclo di 4 incontri dedicati alla poesia ed ai poeti (Germana Duca, Maria Grazia Maiorino, Iaia Lorenzoni e Rosanna Gambarara), che partecipano alla vita culturale urbinate in varie forme di presenza e di animazione con le loro ultime pubblicazioni: la sede, salone Circolo Acli-Centro Universitario, piazza Rinascimento 7 Urbino: sempre ore 16,30, Venerdì 10 novembre 2017 su Orlo invisibile, Mercoledì 13 dicembre 2017 su La pietra salvata, Mercoledì 17 gennaio 2018 su Da voce a voce e Venerdì 23 febbraio 2018 su Hysteron Proteron. Redazione: Gastone Mosci, Germana Duca, Maria Grazia Maiorino e Raimondo Rossi, Collaborazione tecnica: Sergio Pretelli, Nicoletto Nocoletti e Michele Gianotti. Abbiamo iniziato con l'incontro dedicato a Orlo invisibile di Germana Duca (Manni 2017, p. 64).

 

Ricordo di Paolo De Benedetti

Paolo De BenedettiPaolo De Benedetti per trent'anni circa è stato docente di ebraismo all'Istituto Superiore di Scienze Religiose "Italo Mancini" dell'Università di Urbino Carlo Bo, un luogo sempre più attrezzato per "Portare la teologia nell'Università", fin dal 1968, prima con varie iniziative, poi dal 1979 con un istituto universitario ben strutturato anche se atipico. E' l'unico Istituto di Scienze Religiose, riconosciuto, nell'università dell'ordinamento statale. De Benedetti (Asti, dicembre 1927 – 11 dicembre 2016) era a Urbino con noi fin dalla prima ora, era uno straordinario compagno di viaggio. Ma già negli anni settanta partecipava ai seminari di don Italo Mancini, compreso il convegno sulle "Agonie del Cristianesimo" (Atti, Morcelliana 1977, pref. Carlo Bo) .del 26-27 febbraio 1977, con teologi, filosofi e scrittori non invitati al primo convegno ecclesiale ("Evangelizzazione e promozione umana" Novembre 1976). Non era un convegno di contestazione, ma di riflessione sul ruolo del credente e della comunità dopo il Concilio, già nella dimensione spirituale di Papa Francesco. Al ricordo di Paolo De Benedetti partecipano Gastone Mosci, che cura il servizio, il teologo moralista Giannino Piana, lo studioso del Nuovo Testamento Romano Penna, la scrittrice Maria Grazia Maiorino, il poeta Fabio M. Serpilli, il pittore Raimondo Rossi.

 

Ricordo di Giovanni Bianchi

 

Giovanni Bianchi I

Ricordiamo Giovanni Bianchi, già Presidente Nazionale delle Acli (1988-1995): era anche un nostro amico e l'amico dei Circoli delle Marche. In primo piano il Circolo Acli-Centro Universitario e l'Università di Urbino, almeno per due ragioni: era amico di don Italo Mancini conosciuto all'Università di Milano e in sintonia con due Arcivescovi di Milano, Paolo Vi e il Cardinale Martini. Ha promosso nella sua presidenza i quattro convegni nazionali di formazione delle Acli su Convertirsi al Vangelo. Vie nuove per la politica (1992- 1995). Quei convegni di studio sono diventati agili volumetti editi da Cens - Coop. Editrice Nuova Stampa 1993, 1994, 1995 e 1996. Partiamo dalla svolta che Giovanni Bianchi ha dato alle Acli: la scelta della cittadinanza sociale, un movimento inedito, aperto al dialogo e ad un nuovo luogo di spiritualità. Insieme a Enzo Bianchi, padre Pio Parisi, Franco Passuello, Luigi Bobba, Don Giovanni d'Ercole, Maria Teresa Formenti. Nel 1993 don Italo è morto, tre anni dopo Giovanni Bianchi (Sesto San Giovanni 19 agosto 1939-24 luglio 2017) è stato eletto parlamentare. Anche a Urbino quella situazione creativa si è nel tempo dissolta. Iniziamo con una nota marchigiana e con la testimonianza di Giannino Piana. (Ga.Mo.)

Segue l'intervento di Massimo Cortese su Bianchi e Ciccardini...

 

Fondazione Carlo Bo, Lezioni urbinati 2016

Carlo Bo nel suo studioLe lezioni urbinati nascono nel 2003 su indicazione testamentaria di Carlo Bo.
Carlo Ossola inaugura il corso di cinque appuntamenti in novembre.
Ogni anno nuovo relatore e nuovo tema.
Gli argomenti sempre molto interessanti finché il richiamo era culturale.
Poi, tutto si è allentato, ora si riprende con una formula breve.
Giovedì 20 ottobre 2016 ore 11 nell'Aula Magna di Economia in via Saffi 42.
Con il Prof. Luciano Canfora su Genesi e sviluppo della storiografia.

Ricordo di Giampiero Bof

 

Giampiero Bof

Un anno fa è scomparso Paolo De Benedetti, docente dell'Istituto Superiore di Scienze Religiose "Italo Mancini" dell'Università di Urbino Carlo Bo, ora registriamo quella di Giampiero Bof della diocesi di Savona, già docente di Storia della teologia protestante. Da qualche anno Bof si era ritirato in diocesi per ragioni di salute ma era dedito ai suoi impegni culturali e pastorali. E' morto a Cogoleto, dove nacque (3 giugno 1934 / 30 novembre 2017), paese in cui vive la sorella Alba. E' stato docente, stimato e amato dai suoi studenti, a Urbino dalla prima ora nell'Istituto di Carlo Bo, di don Italo Mancini e dell'arcivescovo Donato Bianchi.

Un interprete del Concilio Vaticano II.

Bof partecipava sempre ai seminari ed agli incontri di don Italo, era presente nelle pubblicazioni dell'Istituto.

Ha scritto l'Introduzione al secondo volume delle Opere scelte di Italo Mancini, "Novecento teologico" (p. 559, Morcelliana 2009). (Ga.Mo.)

 

FESTIVAL GIORNALISMO CULTURALE IV Edizione

FESTIVAL GIORNALISMO CULTURALE

Urbino - Fano: Il programma del Festival del giornalismo culturale e la prolusione del Rettore dell'Università Carlo Bo, Vilberto Stocchi...

 

 

 

 

 

 

 

Frontino, domenica 8 ottobre 2017: Il Premio Frontino Montefeltro

La premiazione del Premio Frontino Montefeltro

Raimondo Rossi - Ceramica Frontino 2017

Il Premio al Convento di Montefiorentino alle ore 10 con il pittore Mario Logli in dialogo con il direttore del Palazzo Ducale Peter Aufreiter e la scrittrice Mariapia Veladiano vincitrice con il romanzo "Una storia quasi perfetta" (Guanda Tascabili 2017) e tuttti gli altri premiati.

Seguono le motivazioni.

 

 

Frontino, 2 ottobre 2016: Il nuovo Premio Frontino Montefeltro 2016

Carlo Bo - Premio Frontino Montefeltro 2016

La miglior edizione del Premio del dopo Bo. Nella bella cornice dell’antico Convento di Montefiorentino il Sindaco Andrea Spagna ha porto il benvenuto del Comune ringraziando i numerosi  intervenuti, i collaboratori, l’Ateneo “Carlo Bo” in particolare, e la nuova articolazione del Premio...

 

Seguonoi articoli di Gastone Mosci, Sergio Pretelli e Andrea Spagna

4 ottobre 2016