Fanocittà | Festival Digitale Valerio Volpini e la Resistenza, 25-31 luglio 2013

Con Volpini nel gruppo di presenza culturale

di Nando Cecini

Valerio Volpini

In qualche scaffale dei miei libri ho certamente una piccola cartella con note e appunti sugli incontri del gruppo di "Presenza Culturale". Purtroppo non l'ho trovato. Mi affido pertanto a qualche fuggevole ricordo.


Uno dei primi incontri avvenne a Roma in una "domus" di suore con vista sulle cupole della città. I presenti erano circa una ventina, ormai molti di essi sono scomparsi.


Il "dominus" più autorevole era Valerio Volpini ascoltato con attenzione e rispetto da tutti. Personalmente ero soddisfatto e compiaciuto del suo successo perché gli ero amico e io stesso lo avevo accompagnato a Roma.


Fungeva da segretario lo scrittore Gennaro Manna, premuroso e attento. Rodolfo Doni, con riservata eleganza sorrideva e dava consigli.
Mi resta poi viva la presenza del regista Ermanno Olmi che durante gli interventi disegnava con la biro il profilo dei presenti, salvo poi intervenire con pungenti osservazioni.


Resta viva la memoria della tensione intellettuale nel credere nella possibilità di cambiare le cose. Un clima che oggi pare sperduto nelle sabbie del dubbio e della paura del domani. (Nando Cecini)

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter