Piccola suite per due orizzonti, poesia di Plinio Acquabona

Plinio Acquabona

Caro Gastone,
eccomi a raccontarti come è andata la presentazione di "Piccola suite per due orizzonti" di Plinio Acquabona.

 


A giudicare dalle impressioni che ho raccolto, posso dire in tutta sincerità che meglio di così non poteva andare.

 


Unico neo: scarsità di pubblico, ma, si sa, la poesia non è materia che attiri le folle.

 


La dottoressa Emanuela Impiccini, direttrice della Biblioteca Benincasa di Ancona, in piazza del Plebiscito 33,, aveva preparato la sala con ogni cura: nella libreria che si trova alle spalle del tavolo del relatore c'era una bella esposizione delle opere di babbo e delle riviste aperte sugli articoli scritti da lui.

 


Ha anche allestito una mostra di alcuni dei 700 libri che babbo aveva donato alla Biblioteca (la mostra è stata visibile fino alla fine del mese di maggio).

 


L' intervento del prof. Alfredo Luzi, pur essendo di alto profilo, ma più umano che critico, ha avuto il pregio di poter essere seguito e apprezzato anche da persone totalmente estranee alla materia, agevolate alla comprensione anche dalla lettura di alcune poesie eseguita dall'attore Luca Talevi, già voce recitante nell'oratorio "La profezia del fuoco".

 


Alcuni dei presenti hanno dichiarato di essere rimasti affascinati dall'esposizione del relatore e si sono rammaricati che nessuno avesse pensato ad una registrazione. Idem l'editore Walter Raffaelli che è intervenuto.

 


Il prof. Fabio Ciceroni ha definito la presentazione "lectio magistralis"; parole di grande apprezzamento ho raccolto anche da parte della Direttrice e una mia amica ha colto proprio nel segno quando ha detto: "Si vedeva che il tutto era stato organizzato con amore".

 


Nei giorni successivi così ha scritto il prof. Luzi:"L'incontro, come prodromo al convegno autunnale, è andato molto bene: c'era tra il pubblico un clima emotivo tra ammirazione per la levigatezza della poesia di Plinio e l'emozione per la sua storia umana".

 


Quanto a me, dico semplicemente che le parole di Luzi mi hanno fatto "rivivere" mio padre.

 


Sono in attesa che si formi la nuova giunta comunale di Ancona per poter prendere accordi con il nuovo sindaco e il nuovo assessore alla cultura per quanto riguarda il convegno. Proporrò la data del 26 ottobre perché in quel giorno potrebbe intervenire anche Paolo Valesio. Spero non ci siano ostacoli e finisca questa situazione di incertezza. Ti farò sapere appena possibile.
Carissimi saluti Pia Acquabona

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter