San Benedetto del Tronto: PREMIO "RIVIERA DELLE PALME" PER LA SAGGISTICA E LA NARRATIVA IN EDIZIONE ECONOMICA, ED. XXXI, 27 SETTEMBRE 2014

Il Premio visto dalla rivista "Riviera delle Palme", Gennaio-aprile 2014:

NON RUBARE LA SPERAZA AI GIOVANI.

 

 

 Premio Riviera dlle Palme 2014

 

Una nota dello scrittore Alberto Calavalle riproposta in sintesi.

 

"Capita a tutti, soprattutto ai giovani, di pensare di avere il mondo in pugno, e a volte è anche vero. Ma nell'attimo stesso in cui uno è convinto che tutto vada per il meglio, ci sono leggi statistiche che lavorano alle sue spalle, pronte a fregarlo". (Charles Bukowski, Musica per organi caldi, 1983).

 

A sentire i giovani di oggi, non pare che siano molto d'accordo nel condividere questa frase, almeno nella prima parte di essa. Si dice con non poca ironia che il mondo in pugno oggi ce l'hanno i poteri forti della finanza, dell'economia, della politica. C'è del pessimismo diffuso tra i giovani, all' origine del quale, noi delle generazioni precedenti alla loro non siamo non responsabili. C'è una crisi economica persistente, generata anche da una concorrenza sleale di paesi che gettano sul mercato merce scadente, contraffatta, prodotta con materiali discutibili e con mano d'opera sottopagata. Ma c'è anche una gestione dei poteri sopracitati esercitata spesso in maniera discutibile, talvolta con poco senso di responsabilità, se non per interessi personali. C'è all'origine una crisi dei valori e di etica, generata dal fatto che non si guarda più a ciò che è bene, ma a ciò che conviene per interesse. C'è una crisi dell'uomo come persona, come essere di relazione volto a mettere a servizio della famiglia e della società la sua intelligenza, la sua dedizione, e c è per contro una tendenza dell'uomo a proporsi come individuo avulso dalla comunità e teso a perseguire solo il proprio interesse. Ne deriva anche una crisi della famiglia, un diffuso senso di solitudine e di incertezza sul proprio futuro.
Ma possiamo, dobbiamo reagire, innanzitutto per cambiare noi stessi, poi la società.
E' vero quello che dice Bukowski nella seconda parte della sua frase, che ci sono alle spalle coloro che lavorano contro. Anche gli stati talvolta generano ostacoli, quando non pagano i fornitori, quando caricano di tasse le imprese o certe categorie di cittadini che non possono evadere e che finiscono per pagare anche per gli altri, quando affliggono con la loro burocrazia, e non mettono in atto politiche nell'interesse generale della società. Ma si può fare molto in questo senso, cercando di dare appoggio a governi che non fanno dell'immobilismo il loro mestiere, ma che dimostrano intraprendenza nel cambiare le cose e porre le basi per un mondo più giusto e di speranza per tutti.

 

Alberto Calavalle

 

 

Vito Mancuso IO e DIO 

 

PREMIO RIVIERA DELLE PALME, XXXI Ed. 2014

Sabato 27 settembre 2014 ore 17,30 Comune di San Benedetto del Tronto

Gianrico e Francesco Carofiglio per la narrativa e Vito Mancuso per la saggistica vincono la 31esima edizione del Premio "Riviera delle Palme" di San Benedetto del Tronto

 

Premiazione e cerimonia aperta al pubblico con intervento dei vincitori sabato 27 settembre 2014 alle ore 17.30 presso Sala Consiliare del Comune di San Benedetto del Tronto. Il riconoscimento intende valorizzare la letteratura in edizione economica: le cinquine sottoposte alla votazione devono riportare un prezzo di copertina non superiore ai 16 euro.

 

San Benedetto del Tronto. Torna l'appuntamento con uno tra i più antichi premi letterari italiani. Vincitori della 31a edizione del "Riviera delle Palme" di San Benedetto del Tronto sono per la narrativa Gianrico e Francesco Carofiglio con l'opera La casa nel bosco (Rizzoli) e per la saggistica Vito Mancuso con "Io e Dio. Una guida dei perplessi" (Garzanti). I libri delle due cinquine sottoposte alla votazione devono riportare un prezzo di copertina non superiore ai 16 euro. La cerimonia di premiazione aperta al pubblico, con intervento dei vincitori, si terrà sabato 27 settembre 2014 alle ore 17,30 presso la Sala Consiliare del Comune di San Benedetto del Tronto.

 

Nel libro di Gianrico e Francesco Carofiglio premiato per la narrativa, i due protagonisti e autori sono fratelli ma non si frequentano molto. Vite diverse. Adesso devono stare insieme, dare un'ultima occhiata alla casa di villeggiatura della loro infanzia: la casa nel bosco. Gianrico e Francesco Carofiglio, disposti in ordine di anzianità, percorrono il crinale che divide affetto e rivalità, divertimento e malinconia, nostalgia e disincanto. Una memoria a quattro mani che racconta di amicizie perdute, amori rubati, vecchi fumetti e torte di ricotta.

Nella sua opera vincitrice del "Riviera delle Palme" per la saggistica, Vito Mancuso spiega e condivide le ragioni della sua fede in Dio. È un percorso talvolta polemico, basato su un'ampia riflessione, che supera di slancio la strettoia tra due posizioni in apparenza contrapposte, che negano entrambe la libertà individuale: l'autoritarismo delle gerarchie religiose e uno scientismo ateo.

 

"Questo premio – afferma Leo Bollettini, presidente del Circolo culturale "Riviera delle Palme" - si dimostra un'idea vincente per partecipazione popolare, diffusione della lettura tra la popolazione e in particolare tra i giovani, ma anche per lo sviluppo, non solo culturale ma anche economico, della nostra città e del Piceno. Il nostro Circolo mette al centro della vita culturale italiana San Benedetto del Tronto con uno dei premi letterari più antichi. Organizziamo anche il Festival Internazionale della Poesia. Due strumenti di marketing territoriale (come direbbero gli ideatori dei tanti festival culturali fioriti negli ultimi anni in Italia) ante litteram."

 

copertina Carofiglio 001 

 

Le due cinquine erano così costituite per la narrativa: Gianrico e Francesco Carofiglio "La casa nel bosco" (Rizzoli); Concita De Gregorio "Un giorno sull'isola" (Einaudi); Paolo Di Paolo "Mandami tanta vita" (Feltrinelli); Chiara Gamberale "Per dieci minuti" (Feltrinelli); Salvatore Niffoi "La quinta stagione l'inferno (Feltrinelli) - e per la saggistica: Stefano Livadotti "Ladri" (Bompiani); Vito Mancuso "Io e Dio" (Garzanti); Mariarita Parsi "Maladolescenza" (Piemme); Beppe Severgnini "La vita è un viaggio" (Rizzoli); Stefano Zecchi "Gocce nel mare. Cronache di politica, cultura, costume" (Gruppo Albatros).

 

In concomitanza con la cerimonia di premiazione, sarà assegnata la Borsa di studio annuale, voluta dalla famiglia e intitolata a Giuseppe Lupi, fondatore del Circolo e del Premio "Riviera delle Palme", allo studente delle scuole medie superiori di San Benedetto del Tronto che si è distinto per il miglior elaborato nell'apposito Concorso indetto dal Circolo dedicato ai giovani.

 

Da segnalare il meccanismo di coinvolgimento popolare di questo premio, che si rifà all'idea originaria del Circolo culturale "Riviera delle Palme", nato nel 1982 su iniziativa di Giuseppe Lupi per diffondere la lettura - e di qui l'idea di premiare libri economici - in particolare tra i giovani - gli studenti vengono coinvolti tutto l'anno nell'approssimarsi dell'evento - grazie anche alla distribuzione dei libri tra la popolazione.

 

I vincitori sono risultati tali a esito delle votazioni che hanno interessato sei fasce di lettori-elettori: la giuria nazionale - composta da personalità della cultura e del mondo accademico: Uberto Crescenti (Presidente) docente e già rettore dell'Università "G. D'Annunzio" di Chieti-Pescara; Eide Spedicato Jenco, docente Università "G. D'Annunzio"; Gastone Mosci, docente Università di Urbino Carlo Bo; Alberto Sensini, già editorialista del Corsera e del Resto del Carlino, già direttore della Nazione - gli studenti delle scuole medie superiori del Territorio, docenti dei medesimi istituti scolastici, i soci del Circolo culturale Riviera delle Palme, i comitati di quartiere della città marchigiana, gli acquirenti delle opere finaliste presso l'apposita mostra mercato.

 

Tra i vincitori delle passate edizioni del premio, segnaliamo, per la narrativa: Giorgio Bassani, Alberto Asor Rosa, Domenico Starnone, Niccolò Ammaniti, Sebastiano Vassalli, Umberto Eco, Giuseppe Pontiggia, Nico Orengo, Fulvio Tomizza, Marcello Fois, Susanna Tamaro, Paolo Crepet, Marco Lodoli; per la saggistica: Arrigo Levi, Salvatore Settis, Tahar Ben Jelloun, Gaspare Barbiellini Amidei, Raffaele La Capria, Bartolomei Sorge, Sergio Quinzio, Ernesto Galli Della Loggia, Piero Ottone, Giorgio Ruffolo, Luciano Canfora, Ennio Remondino.

*

Il Circolo Culturale "Riviera delle Palme" è nato nel 1982. Oltre al Premio letterario "Riviera delle Palme per la saggistica e la narrativa in edizione economica" (già Premio del Libro Tascabile), organizza il Festival Internazionale della Poesia, i Caffè filosofici, edita la rivista di informazione e cultura "Riviera delle Palme", organizza incontri e convegni culturali.
Info: tel/fax 0735.59.38.18 (17,30 19,30 lun. mer. ven.) oppure cell. 347.30.79.158.

*

Il divino Raffaello a Urbino
 

Tullio Pericoli Passaggi della memoria

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

POST PREMIAZIONE INCONTRI 27 E 28 SETTEMBRE 2014
Sala Conferenze Hotel Progresso

 

Sabato 27 ore 20
Vito Mancuso presenta il suo libro
Io amo. Piccola filosofia dell'amore (Garzanti)

 

Domenica 28 ore 17
Francesco Carofiglio presenta la sua ultima novità
Voglio vivere una volta sola (Piemme)

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter