Festival Barocco Fano: si ride con la “Scuola dei mariti” di Molière

Scuola dei Mariti Moliere

Chiude, martedì 3 settembre, con la “Scuola dei mariti” di Molière la prima edizione del festival barocco “Wow…Che meraviglia”, organizzato dal Comune di Fano – Assessorato alla Cultura, Orchestra Sinfonica G. Rossini e Teatro La Bugia. Si torna, per l’ultimo appuntamento, nella splendida Chiesa di San Pietro in Valle con una serata tutta da ridere.

Scritta e rappresentata a Parigi nel 1661, affronta il tema dell'educazione delle donne e delle mogli in particolare, contrapponendo gli ottusi metodi del vecchio Sganarello all'illuminata ragionevolezza di Arista e rivendicando alla donna - grazie al fallimento del primo e al trionfo del secondo - un ruolo d'indipendenza e di dignità che costituisce ancor oggi una valida e non superata indicazione.

“La scuola dei mariti” è una commedia d'intreccio, composta da Molière assemblando materiali del teatro tradizionale. L'avvento del nuovo teatro avverrà appena un anno più tardi, con “La scuola delle mogli”, che solleva lo stesso tema della condizione femminile unita però alla perfezione della poesia. “La scuola dei mariti”, però, ne è in qualche modo la prova generale, peraltro insuperata per ciò che riguarda il teatrale brio dell'intreccio e la straordinaria invenzione farsesca.

In questa particolare occasione le ‘musiche di scena’ saranno eseguite dal vivo da due professori dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini - Francesco Pellegrini, violino, e Francesco Alessandro De Felice, violoncello - che proporranno pagine di François Couperin, grandissimo compositore dell’epoca del Re Sole.

 

“La scuola dei mariti”di Molière con:

Costanza De Sanctis, Geoffrey Di Bartolomeo, Michele Gaspari, Marco Gilio, Paola Magi, Elisa Pattis, Filippo Tranquilli.

Francesco Pellegrini, violino,

Francesco Alessandro De Felice, violoncello

 

Scene: Rosaria Ricci, Matteo Angherà

Costumi: Miriam Falcioni

 

REGIA: Maria Flora Giammarioli

 

Biglietteria

Ingresso gratuito.

Chiesa di San Pietro in Valle

Via Nolfi, Fano

 

Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter