L'Orchestra Sinfonica G. Rossini in concerto con José Carreras ed i suoi allievi

Jose-Carreras-concerto-pesaroIl concerto rappresenta un evento eccezionale non solo per la città di Pesaro ma anche per tutto il territorio che non mancherà di richiamare sia i tanti appassionati di musica lirica che sicuramente accorreranno numerosi per apprezzare il grande tenore spagnolo all'Auditorium Pedrotti, ritenuta una delle migliori acustiche d'Europa, sia i tanti che lo hanno conosciuto in passato in occasione dei concerti dei Tre Tenori accanto a Luciano Pavarotti e Plácido Domingo. Molto apprezzato per i ruoli ricoperti specialmente nel melodramma verdiano e pucciniano, Carreras, grazie alla collaborazione artistica con Lorenzo Bavaj, docente del Conservatorio e suo pianista accompagnatore, ha scelto di tenere a Pesaro per il secondo anno consecutivo una masterclass per cantanti lirici durante la quale sono stati selezionati dallo stesso Carreras alcuni cantanti che si esibiranno proprio in occasione del concerto in programma sabato 28 gennaio.
La Rossini ha deciso così di offrire ospitalità nella propria stagione concertistica a Carreras e ai cantanti selezionati per il secondo appuntamento di Sinfonica 3.0 proponendo al pubblico pesarese un evento d'alto profilo. Dopo il successo ottenuto nel concerto di Capodanno la Rossini sarà guidata nuovamente dal proprio direttore artistico e principale, Daniele Agiman.‬

Biglietti Concerto Carreras
Posto unico 20 € (ridotto 17 €).
Riduzione per spettatori under 29 anni e over 65, per gli studenti del Conservatorio e per gli allievi della scuola di musica Sonàrt.

Prevendita:
Teatro Rossini, piazzale Lazzarini 1, Pesaro
La biglietteria è aperta dal mercoledì al sabato dalle ore 17.00 alle ore 19.30 e nei giorni di spettacolo dalle ore 10.00 alle 13.00 e dalle ore 17.00 fino ad inizio spettacolo.

Vendita online
Una parte dei posti disponibili verrà messa in vendita online. L'acquisto si può effettuare visitando il sito www.vivaticket.it.



Submit to FacebookSubmit to Google BookmarksSubmit to Twitter