Enrico Ruggeri

Pesaro Festival Giovani per la Musica special guest Enrico Ruggeri

in Musica

Festival Giovani per la Musica: al via la quarta edizione con Enrico Ruggeri special guest

 Enrico Ruggeri

 

Giovedì 5 e venerdì 6 settembre, quarta edizione del Festival Giovani per la Musica. Nuovo periodo ma formula invariata. Ancora una volta l’Assessorato alle Politiche Giovanili nella persona di Antonello Delle Noci in collaborazione con l’Orchestra Sinfonica G. Rossini e all’Ambito Territoriale Sociale n. 1 ha deciso di dare uno spazio importante come piazza del Popolo per permettere a giovani interpreti e gruppi del territorio pesarese di potersi esprimere attraverso la musica.

 

La realizzazione del festival è stata resa possibile anche grazie alla fondamentale collaborazione di una serie di realtà del territorio: l’ufficio InformaGiovani, per la parte pubblica, l’Accademia di Musica Moderna, per il mondo musicale giovanile, e Banca di Pesaro e Xanitalia, per il mondo dell’imprenditoria. Il festival si articola in due serate in piazza del Popolo ad ingresso gratuito.

 

La serata del 5 settembre sarà all’insegna dei giovani con 5 interpreti vocali e 5 gruppi musicali scelti il 31 agosto in occasione delle selezioni del concorso Fuori le idee ormai da anni legato al festival. Va sottolineato l’alto livello registrato dalle esibizioni dei giovani che hanno partecipato e che il pubblico avrà il piacere di ascoltare proprio in questo primo appuntamento.

 

La seconda serata, 6 settembre, avrà come guest star, Enrico Ruggeri, noto cantautore e direttore artistico del MAS – Musica, Arts & Show che proporrà alcuni brani del suo repertorio. Nel corso della serata i quattro vincitori del concorso, due interpreti e due gruppi, avranno l’onore di calcare nuovamente il palco di piazza del Popolo.

 

Sarà ancora una volta Roberto Molinelli a curare gli arrangiamenti di questo secondo appuntamento e a dirigere una speciale formazione sinfonico-rock costituita da una sezione archi formata dai professori dell’Orchestra Sinfonica G. Rossini e dalla band Zero Crossing, Accademia di Musica Moderna.